Cassazione Penale, VI sez., sentenza n. 13556/20 – Pres. Ricciarelli, Rel. Agliastro
In questa sede, deve essere ribadito il principio di diritto già richiamato da questa Corte di legittimità (sez. 3, n. 22268 del 24/04/08 Caleffi, Rv. 240257-01) secondo cui, ai fini della sussistenza del reato di cui all’art. 348 c.p., l’esercizio dell’attività di psicoterapeuta è subordinato ad una specifica formazione professionale della durata almeno quadriennale ed all’inserimento negli albi degli psicologi o dei medici (all’interno dei quali è dedicato un settore speciale per gli psicoterapeuti).
scarica la sentenza – Fonte: StudioCataldi.it

Condividi questo post

By Published On: 9 Maggio 2020Categories: Featured, Sentenze Cassazione0 CommentsTags: , , Last Updated: 23 Maggio 2021

Leave A Comment

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà inviato a soggetti terzi.

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

Post correlati

Hai bisogno di una consulenza?

Consulenze