Anche se imputato in un procedimento penale per abusi sessuali contro il figlio, al padre non vanno impediti, sia pure in forma protetta, gli incontri con il minore. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 372/2014, confermano la decisione della Corte di appello di Roma, con la motivazione che “ulteriori indugi avrebbero comportato la definitiva irrecuperabilità della relazione padre-figlio, con conseguente grave danno per quest’ultimo”.
Scarica la Sentenza 372/2014.

Condividi questo post

By Published On: 13 Gennaio 2014Categories: Sentenze Cassazione0 CommentsTags: , Last Updated: 13 Gennaio 2014

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

* indicates required
Categorie

Hai bisogno di una consulenza?

Consulenze