Tribunale Milano, sez. famiglia, 07/01/2018, (ud. 14/12/2017, dep.07/01/2018)
Fonte: StudioCataldi.it
PQM:
6) Dispone che l’ente affidatario-in collaborazione con le ATS di competenza predispongano
in favore dei genitori Signori (omissis…) e (omissis…) un percorso di supporto alla
genitorialità in maniera congiunta di modo che un professionista, indicato dall’Ente
affidatario, accompagni entrambi i genitori in una revisione critica del loro rapporto
genitoriale e li aiuti ad improntare un minimo di alleanza a vantaggio di (omissis…). Tale
percorso, che dovrebbe avere una cadenza sufficientemente assidua (almeno due incontri
mensili) e protrarsi per almeno 12 mesi, dovrebbe essere inteso quale occasione per
sperimentarsi, con l’aiuto di un professionista, nella condivisione delle scelte genitoriali.

Sono presenti gli obiettivi, è presente chi debba effettuare la prestazione, sono presenti i tempi e gli spazi dell’intervento.
Non manca nient’altro. Ah sì, sembrano totalmente assenti l’art. 32 della Costituzione, la legge sul Consenso Informato (art. 1 L. 219/17) e il Codice Deontologico degli Psicologi e dei Medici.

Condividi questo post

Leave A Comment

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà inviato a soggetti terzi.

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

Post correlati

Hai bisogno di una consulenza?

Consulenze