La Sentenza Corte Appello Triste 14 Agosto 2014 blocca le visite di un padre con i figli.
La Corte si basa sulla relazione di una Psicoterapeuta che aveva seguito i figli (su volontà di entrambi i genitori) in cui la professionista afferma un presunto peggioramento del rapporto padre-figli.
Si possono prendere dei provvedimenti in contrasto con l’art. 337-ter c.c. solo sulla base di una relazione psicoterapica extra-giudiziale?
Non sarebbe il caso di nominare un CTU e garantire il principio del contraddittorio?
Ecco la Sentenza Corte Appello Triste 14 Agosto 2014

Condividi questo post

By Published On: 21 Agosto 2014Categories: Corte Appello0 CommentsTags: , Last Updated: 21 Agosto 2014

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

* indicates required
Categorie

Hai bisogno di una consulenza?

Consulenze