In molti ancora utilizzano la versione PANDA del famoso test MMPI-2, sia in ambito clinico che in quello forense.
Tuttavia è pacifico ritenere che questa versione Panda è inutilizzabile e inaffidabile da un punto di vista scientifico.
Nella pratica:
#1 – La versione PANDA dell’MMPI-2 nasce nel 1999 a cura degli psichiatri De Fidio e Pancheri i quali hanno sviluppato un software (somministrazione, scoring, interpretazione) distribuito prevalentemente in tutti i servizi pubblici sanitari italiani tramite cd-rom. Si legge dal sito ufficiale:

Il MMPI-2 Panda è stato pubblicato nel 1999 con una taratura di 350 soggetti “normali” residenti in prevalenza in città dell’Italia centro-meridionale, ma il campione normativo è in fase di continuo ampliamento grazie alla collaborazione di tanti Colleghi (v. “I Collaboratori della Taratura”) che inviano i punteggi grezzi di test da loro somministrati

#2 – Funzionava così: si è partiti da una taratura iniziale (350 soggetti “normali”) per poi ampliarla, a livello nazionale, aggiungendo i dati grezzi dei questionari somministrati da “collaboratori della taratura” sparsi in giro per l’Italia. Praticamente lo psicologo/medico (purtroppo non solo!) in possesso del cd-rom, somministrava, ad esempio, 100 MMPI-2 Panda in un anno e trasmetteva, a De Fidio e Pancheri, i dati grezzi per aggiornare il database centrale;
#3 – Progetto ambizioso (taratura sempre aggiornata e “attendibile”), ma con un “piccolissimo” particolare: chi ci dice che le procedure utilizzate dai “collaboratori della taratura” siano state effettivamente corrette? E chi ci dice che effettivamente i soggetti fossero “normali”? Sono queste le criticità più significative dell’intero progetto. Una taratura, di fatto, non controllata e inaffidabile scientificamente. Nella pagina ufficiale si consiglia di somministrare il test a soggetti “normali” reclutati tra parenti e amici: ma siamo sicuri che le famiglie degli psicologi e degli psichiatri non presentino qualche problemino psicologico?  ;)
#4 – Chi usa ancora l’MMPI-2 Panda corre il rischio di riscontrare profili narrativi fuorvianti e scorretti scientificamente. Soprattutto in ambito peritale è caldamente sconsigliato l’utilizzo del Panda.
#5 – Risulta affidabile la taratura di Giunti OS, l’unica versione MMPI-2 scientificamente valida.
#6 – Diciamocela tutta: il Panda era (forse lo è ancora) la ciambella di salvataggio per tanti professionisti perché restituiva il rapporto narrativo da “copiare e incollare” nelle relazioni cliniche e peritali. Evitava la sgrigliatura e le interpretazioni di scale e sottoscale. La popolarità del Panda, infatti, era dovuta proprio per gli output immediatamente spendibili ed utilizzabili.
 

Condividi questo post

By Published On: 8 Marzo 2017Categories: Psicodiagnostica Forense2 CommentsTags: , Last Updated: 8 Marzo 2017

2 Comments

  1. Anna Angelillo 27 Novembre 2020 at 14:56

    Esistono riferimenti bibliografici/scientifici da poter citare per sostenere l’inattendibilità di questo programma?

    • Marco Pingitore 30 Novembre 2020 at 9:15

      Buongiorno,
      non è necessario riportare riferimenti bibliografici/scientifici.
      E’ sufficiente riportare che la taratura italiana MMPI è esclusiva di GIUNTI OS.

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

* indicates required
Categorie

Hai bisogno di una consulenza?

Consulenze