Essere un genitore separato e rifiutato dal proprio figlio può essere un’esperienza molto dolorosa e difficile. Ecco alcuni suggerimenti su come affrontare la situazione in cui un figlio inizia a rifiutare uno dei due genitori separati.

#1 – Sii paziente e comprensivo: tuo figlio sta attraversando un periodo difficile e ha bisogno del tuo amore e del tuo supporto. Non cercare di forzarlo a vederti o a interagire con te, ma offrigli il tuo sostegno quando ne ha bisogno.

#2 – Mantieni una comunicazione aperta e rispettosa: lascia che il tuo figlio esprima le sue emozioni, anche se non sono sempre positive. Ascolta attentamente senza giudicare o cercare di correggerlo.

#3 – Rispetta le sue scelte: anche se può essere difficile da accettare, rispetta la decisione del tuo figlio di mantenere distanza emotiva. Non cercare di colpevolizzarlo o farlo sentire in colpa per questa scelta.

#4 – Sii coerente e presente: non rinunciare al tuo ruolo di genitore. Continua ad essere presente nella sua vita, anche se inizialmente sembra respingere la tua presenza. Cerca di mantenere una relazione costante e coerente, rispettando i limiti che il tuo figlio ha imposto.

#5 – Evita il conflitto con l’altro genitore: è importante mantenere un ambiente privo di conflitti e tensioni per il tuo figlio. Evita di parlare male dell’altro genitore o di coinvolgere il tuo figlio nelle questioni legali o di coppia.

#6 – Offri opzioni di interazione: cerca modi non intrusivi di rimanere in contatto con il tuo figlio. Ad esempio, potresti inviargli messaggi occasionali per farlo sapere che sei lì per lui, oppure potresti invitarlo a passare del tempo insieme in modi che possano risultare meno stressanti.

#7 – Cerca consulenza professionale psicologica: se la situazione sembra molto difficile e non riesci a gestirla da solo, considera di coinvolgere uno psicologo esperto in materia che possa aiutarti a comunicare e affrontare i sentimenti, lavorare sulla tua autostima e sul tuo benessere emotivo.

#8 – Cerca consulenza professionale legale: se la situazione lo richiede, rivolgiti anche ad un consulente legale esperto in diritto di famiglia.

#9Non accusarlo: non accusare mai tuo figlio di essere un bugiardo o di essere alleato con l’altro genitore. Non faresti altro che peggiorare la situazione

#10La vittima è tuo figlio: l’unica vittima della situazione non sei tu, ma tuo figlio. Atteggiarsi a vittima, non farebbe altro che allontanare ancor di più tuo figlio che si sentirebbe “up” rispetto a te (vittima) “down”.

Iscriviti alla Newsletter: ricevi aggiornamenti via e-mail e/o via WhatsApp

Condividi questo post

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Total Views: 522Daily Views: 1